I migliori strumenti per truccare gli occhi

Negli ultimi anni il mercato cosmetico prato le regole incremento delineatori cosmetici matite, eyeliner, stilo, a volte portando in secondo piano la richiesta di ombretti e rossetti. Le motivazioni probabilmente ricercate Nelle preferenze delle donne, che è diventata veramente molto più esperta nell'uso dei cosmetici grazie  canali web il loro tutorial.


Usare una matita per delineare e colorare le labbra contribuisce a non far sbavare il rossetto. Stesso discorso vale per gli occhi: Contornandoli con la matita e fumandoli successivamente con un pennello, si avrà un effetto correttivo maggiore, oltre a fissare gli ombretti. Quindi gli ombretti sono utilizzati dopo i delineatori, come successivo passaggio cromatico.
Il ritorno dell' eyeliner ha influito notevolmente sul gusto consumatrici che ha un trucco fatto esclusivamente di linee, che avranno un tratto deciso per chi ama un trucco vagamente retrò, o se disegnate più sottili e poi sfumate. Rispetto al passato, le nuove formulazioni sono molto più pratiche; quali scegliere?
I più usati, sono senza dubbio gli eyeliner liquidi, con il loro pennellino ad immersione, ma ne esistono anche altri tipi, di cui l'ultima generazione è la formulazione in stylo.
Quelli liquidi, cremosi o compatti, di vista qualitativo migliori, mentre le versioni in stylo potrebbero dare dei problemi, ad esempio una linea meno omogenea e poco duratura, causata dal tipo di liquidità del prodotto che strato attraverso un pennino poroso; resta inteso che senza dubbio il più pratico da usare.
Ma torniamo alle matite a cui è dedicato questo articolo presentano il mezzo più facile per effettuare qualsiasi tipo di trucco.
Grazie alle loro caratteristiche, possono essere utilizzate per disegnare, scurire, contornare, mire e correggere qualsiasi elemento del viso, prestandosi a risolvere ogni caso, senza contare l'enorme vantaggio del minimo spazio che occupano nel beauty case, sostituendo una grossa fetta di cosmetici che hanno l'inconveniente aggiungere peso alla nostra borsa.
Ma come scegliere le matite?
Come abbiamo già detto, esistono diversi tipi di matite: Per il contorno labbra, per il taglio palpebrale interno ed esterno, per le sopracciglia, matite per correggere occhiaie o altre imperfezioni e così via.
È indispensabile che esse rispettino alcune esigenze tecniche: Non devono essere troppo asciutte e neanche troppo morbide e devono essere di un particolare tipo di pasta a seconda delle esigenze che si presenta. Se non rispondono alle caratteristiche richieste, il risultato del trucco potrà essere compromesso.
Nel caso che la mina della matita sia eccessivamente grassa, il trucco tenderà a sbavare, mentre una matita troppo secca, a rendere difficile la stesura, provocherà delle irregolarità nel colore.
Ogni zona del viso alle sue esigenze conseguenza il tipo di Mina ora essere scelto in relazione al tipo di intervento.
Alcuni consigli in base alla zona da truccare:
1. Per gli occhi dovrei pensare matite medio morbide; per le labbra sarà bene ricorrere tendenzialmente più dure, in modo che il segno tenga più a lungo.
2. Per quanto concerne le sopracciglia, la matita dovrei essere piuttosto dura, in modo da lasciare un tratteggio nitido, sottile e duraturo.
3. Le matite correttive che vengono utilizzate per le occhiaie dovranno necessariamente avere mine morbide; lo stesso vale per quelle destinate all'interno dell'occhio vedi il kajal.
A prescindere dal colore dal tipo di mina, è necessario ricordare che tutte quelle formulazioni che presentano dalla madreperla nel pigmento, dammi risultato poco soddisfacente, quindi le sconsiglio.
Prima di applicare una matita, è necessario che la pelle sia perfettamente asciutta; di cipria in polvere sulla zona interessata al fine di evitare sbavature o eventuali accumuli di pigmento di maggior movimento.
Nel caso che la punta della vostra matita sia troppo secca, scaldatela, la mente sul dorso della mano; se invece è troppo grassa, affondate la mina nella cipria in polvere.
Pensione deve essere prestata anche al modo in cui si usa la punta della matita, infatti, a seconda di come si posiziona la mina, ti avrà un diverso risultato. Bisogna Dunque usarla in punta se si vuole soltanto ritoccare, di taglio se si vuole delineare o contornare, se si devono riempire o colorare degli spazi più consistenti.
È importante anche il modo in cui si applica la matita: Ci vuole un segno pulito o nitido il tratto dovrà essere seguito senza interrompere il segno, cercando di non esercitare troppa pressione, altrimenti si avrà l'accavallamento della pelle, con conseguente difficoltà di sfumatura. Se invece il segno viene tratteggiato, l'affetto matura sarà più morbido.
Le matite si possono utilizzare anche in maniera diversa da come normalmente vengono adoperate: Stemperare lamina sul dorso della mano e con un pennello pescate la quantità necessaria questo degli effetti di ombre morbidissime.
Generalmente le matite, dopo un periodo relativamente lungo, vedere le loro caratteristiche tecniche. Nel caso diventino troppo morbide, vedi nei periodi estivi, abbiate cura di metterla in frigo prima di usarle. Se invece tendono a indurirsi, è opportuno ammorbidirle su una fonte di calore, facendo attenzione a non scioglierle.
È indispensabile se volete seguire una linea precisa che la matita sia sempre ben appuntita. A questo proposito sarebbe meglio evitare il semplice temperamatite, in quanto tende a spezzare la mina all'interno e inoltre arrotonda la punta della matita, che darà delle linee troppo spesse, si consiglia un temperamatite di profumeria che possa creare la famosa punta a becco d'oca, piatta da una parte per poter scrivere sottilmente, è più spesso dall'altra tu hai delle linee più corpose.
Le matite sono uno strumento fondamentale per il make-up anche perché sì può ottenere un trucco completo con il solo aiuto delle matite: Dopo aver omogeneizzato il colore della pelle, prendete una matita per gli occhi non troppo morbida e tracciate, sulla attaccatura delle ciglia superiori, una riga, avendo cura di allargarla e allungarla verso l'esterno, facendo attenzione a non lasciare spazi vuoti fra le ciglia e la linea tracciata. Quindi con un pennello sfumatura verso l'esterno, portando questo ombra anche nella piega palpebrale creare di luci e ombre. Con una matita per correggere le occhiaie schiarite all'interno della palpebra e l'arco sopraccigliare. Applicate il mascara tamponate con della cipria trasparente. Se avete optato per l eyeliner, il sistema è lo stesso, basterà solo fare più attenzione nella sfumatura.
Sulle guance, tracciate delle linee di colore marrone chiaro, che sfuma erede successivamente con i polpastrelli in modo da creare delle ombre correttive.
Per la bocca, tracciate una linea lungo il contorno delle labbra e con un pennello sfumate la verso l'interno, in modo che non risulti troppo netta, se invece preferite una bocca più visibile e duratura, stendete la matita anche all'interno delle labbra, tamponate con della cipria trasparente e applicate un punto luce al centro delle labbra utilizzando un gloss trasparente.