Brufoli: una guerra senza fine

Svegliarsi al mattino, guardarsi allo specchio e scoprire una piccola escrescenza rossastra sul viso. L’incubo di tutti. Uomini e donne, adolescenti e adulti. Nessuno (o quasi) sfugge alla maledizione dei brufoli, fondamentale è quindi conoscere come si formano e come affrontarli!


Innanzitutto bisogna specificare che i brufoli, o comedoni, sono dei piccoli rilievi della pelle (del viso, del collo, del torace), che si formano in corrispondenza delle ghiandole sebacee o degli sbocchi piliferi, spesso come manifestazione dell’acne, e che possono facilmente andare in contro a processi infiammatori diventando rossastri, dolenti, e contenenti pus.
Si possono sviluppare per moltissime ragioni differenti. Oltre agli squilibri ormonali (causa più comune in età giovanile), ci sono anche l’utilizzo di farmaci, stress, eccessiva produzione di sebo o accumulo di batteri sull’epidermide, ad esempio frutto di make-up troppo coprenti.
Alcune di queste situazioni richiedono trattamenti specifici e quindi l’intervento di specialisti dermatologi.
Fondamentale è però la prevenzione di questo odiato inestetismo, soprattutto in caso di pelle grassa o mista con tendenza seborroica. Ecco cinque semplici consigli:
 Lavare e detergere il viso in profondità mattina e sera. Nessuna cosa è più importante di una buona pulizia. In generale vengono consigliati detergenti non schiumogeni che sono meno aggressivi per una cute che ha bisogno di essere lavata almeno due o tre volte al giorno. Se preferite i saponi cercate di usare quelli naturali e poco aggressivi.  Il sapone di Aleppo, 100% naturale, è un vero e proprio must per la pulizia della pelle grassa e con tendenza acneica perché unisce all’azione lenitiva dell’olio di oliva quella antisettica dell’olio di alloro.
Idratare il viso con creme adatte al proprio tipo di pelle. In caso di pelle grassa è essenziale l’uso di creme sebo-riequilibranti che riducono il sorgere di nuovi foruncoli attraverso un’azione che favorisce il rinnovamento dell’epidermide e un’idratazione profonda.
Usare un buono scrub levigante e naturale è importantissimo per favorire il ricambio delle cellule prevenendo l’infiammazione. Inoltre una buona beauty routine deve prevedere l’uso di una maschera di bellezza per pelli grasse o miste ad azione purificante, almeno una volta a settimana.
Truccarsi intelligentemente. È sacrosanto prevenire e curare l’acne, ma altrettanto importante è saper “mascherare” il problema per ritrovare l’autostima senza farsi demoralizzare da qualche brufoletto. Dopo aver idratato il viso è consigliato l’uso di un buon fondotinta compatto o in polvere ideale per combattere “l’effetto lucido” e maggiormente coprente rispetto ad un fondotinta in crema. Essenziale anche l’uso di un correttore sui toni del verde da applicare direttamente su comedoni infiammati. Il rossore sparirà e sarete pronte a uscire di casa a testa alta!
At the last but not the least : Struccarsi! Dopo una serata in discoteca ci si vorrebbe solo addormentare senza tanti pensieri. Niente di più sbagliato. Per avere una pelle perfetta bisogna sconfiggere la pigrizia e usare un buon latte detergente per lavare via il trucco e lo stress della giornata. In alternativa ad un latte detergente specifico un ottimo prodotto non aggressivo per la pelle è l’acqua micellare. Vedrete come la vostra pelle vi ringrazierà!

Scritto da AleDale