Beauty routine nell’Antico Egitto

Vi siete mai chiesti come si prendevano cura del proprio corpo nell’antichità? Ecco, questa volta voglio proporvi un viaggio nel tempo fino all’antico Egitto. Ovviamente a quell’epoca la cura del corpo era un lusso che poche persone potevano permettersi.. quindi vi chiedo di immaginare di essere un Faraone o una regina egizia, come Cleopatra!


Partiamo dalla cura della pelle. In Egitto il clima è molto torrido, c’è la sabbia, quindi la pelle ha bisogno di protezione. Venivano usati unguenti profumati e miele su tutto il corpo e sul viso e inoltre anche a quell’epoca si era soliti fare uno scrub alla pelle. Come veniva realizzato questo scrub? Venivano utilizzati con il carbonato di sodio, miele e sale marino, in modo tale da ammorbidire e levigare la pelle.
Qual è un altro step fondamentale di beauty routine? Sicuramente il make-up del viso. Nell’antico Egitto era consuetudine truccare occhi e sopracciglia per modificare i lineamenti del viso e rendere il volto più allungato.
Infatti, la prima cosa che si nota è proprio questo trucco nero, marcato e allungato degli occhi. E il corrispettivo del nostro attuale eyeliner era il kohl, ovvero una polvere di mandorle, rame, piombo, cenere, minerali e ocra e veniva applicato con l’aiuto di un bastoncino. Anche le palpebre venivano truccate grazie a una polvere, la malachite, che veniva miscelata con grassi animali e miele, per farla aderire meglio, e applicata sulle palpebre con le dita.
Mai ci avrei creduto, se non l’avessi letto, ma a quell’epoca già esisteva la pratica dello smalto alle unghie. Gli Egiziani tingevano le unghie con una tinta rossa, estratta dalla pianta di ligustro. Questa stessa tinta veniva utilizzata per labbra e guance.
Infine, qual è l’ultimo step che si fa prima di considerarsi pronti? Una bella spruzzata di profumo!! In Egitto questo prodotto veniva ottenuto tramite unguenti specifici e oli profumati, ricavati da piante e frutti, come ad esempio la noce della moringa.
Spero di avervi fatto vivere un’esperienza, se pur astratta, molto entusiasmante e di avervi coccolato con queste perle di bellezza antiche!