Trucco make-up occhi: il cut crease

Esistono molteplici modi per realizzare un make-up viso e un make-up occhi. Oggi voglio parlarvi di un trucco occhi che mi ha colpito molto, sia per le sue origini che per le sue svariate realizzazioni: il cut crease.


Come si realizza il cut crease? Si applica un ombretto dal tono scuro sulla piega dell’occhio, tra la palpebra fissa e la palpebra mobile, e si sfuma verso l’esterno per dare profondità all’occhio. Poi sulla palpebra mobile si applica un ombretto chiaro. Infine si può arricchire il tutto con una linea di eyeliner. Se la palpebra mobile è piccola, il colore può essere applicato leggermente più sopra della piega, per rendere l’occhio visivamente più grande. Se invece si ha una palpebra mobile grande questo è il trucco per eccellenza!
Il trucco cut crease è tipico degli anni ’60. In quegli anni l’obiettivo era proprio dare profondità allo sguardo e rendere l’occhio più grande in modo originale e raffinato. Per un effetto grafico maggiore, la linea nella piega tra le due palpebre era più marcata, grazie anche all’utilizzo dell’eyeliner.
Al giorno d’oggi di questo trucco ne esistono varie versioni, dalla forma ai colori. Esistono cut crease realizzati con colori più naturali, nude, dai toni caldi e dai toni freddi, e l’effetto è proprio una tridimensionalità, un contouring naturale. Poi si può dare sfogo alla propria fantasia e utilizzare colori più accesi, pop, scintillanti, più strong! Una variante di cut crease è la half cut crease che consiste nell’applicare il colore più scuro nell’angolo esterno della palpebra mobile.