Carbone vegetale: tante proprietà per il nostro benessere

Se qualche settimana fa vi ho parlato delle proprietà dell’aloe vera, oggi voglio parlarvi di un’altra sostanza che la natura ci offre e di cui mi sono follemente innamorata, ovvero il carbone vegetale (o anche attivo o attivato).


Ma prima di dirvi il motivo per il quale me ne sono innamorata, mi sembra giusto spiegarvi come si ottiene. Esatto! Perché, si è una sostanza naturale, ma deriva comunque da un processo di lavorazione di alcuni materiali che troviamo in natura.
In pratica, il carbone vegetale si ottiene dalla combustione ad alte temperature, ma in assenza di fuoco e con poco ossigeno, di alcuni legnami (tipo il salice, la betulla, il pioppo, il bambù e il cocco) o gli scarti. Il carbone che se ne ottiene viene bruciato una seconda volta, ma in questo caso in presenza di vapore acqueo o di gas o di aria, e quindi “attivato”.
Ma perché il carbone vegetale è così importante? Quello che caratterizza questa sostanza è la sua proprietà di far aderire ed emergere in superficie tutte quelle sostanze dannose per il nostro corpo, che siano tossine in circolo nel nostro corpo o tossine che si possono trovare sulla nostra pelle, e quindi espellerle.
Infatti il carbone attivo viene utilizzato in molteplici modi e con diversi scopi. Primo fra tutti, è doveroso parlarvi dei suoi benefici per l’apparato digerente, e in caso di alcuni disturbi come pancia gonfia, meteorismo, gastrite, reflusso e tanti altri. È facile rimediare del carbone attivo per questi problemi in erboristeria, sotto forma di polvere o di compresse da ingerire. Ci sono studi che dimostrano che assumere una certa quantità di carbone vegetale al giorno fa bene al nostro organismo.
Ora però è giunto il momento di svelarvi il perché adoro questo prodotto. Forse già lo saprete, ma il carbone vegetale attivo è un grande alleato per la nostra pelle, e in particolare quella del viso. In questo caso mi rivolgo a chi, come me, presenta sul viso qualche poro dilatato, qualche punto nero, il sebo è in eccesso e la pelle si lucida troppo. Il carbone vegetale va ad agire sulle pelli miste grasse esattamente su queste problematiche, andando a seccare le zone dove la pelle è lucida, pulendo i pori ed eliminando i punti neri. Un detossinante migliore per la pelle non esiste! E in commercio si trova in diversi formati, come le maschere in seta, le creme e gli scrub. Potrà sembrare una moda degli ultimi anni, e in effetti lo è, ma l’arrivo del carbone attivo è davvero la rivoluzione perfetta. O almeno per me! Non posso fare a meno di utilizzarlo sul mio viso, soprattutto perché vivo in una grande città e l’inquinamento ha delle ripercussioni negative sulla mia pelle, sia perché durante il mio periodo di ciclo sul mio viso il sebo si dà alla pazza gioia.
Infine, dovete venire a conoscenza di un altro importante utilizzo del carbone vegetale attivo. Infatti, viene usato anche per sbiancare i denti. È sufficiente intingere lo spazzolino nel carbone e strofinare i denti per un paio di minuti, poi risciacquare con lo spazzolino pulito e il dentifricio.
Spero di avervi passato informazioni utili per il benessere del vostro corpo. Io sono indubbiamente team carbone vegetale attivo e voi?

 

Scritto da Giulia De Caro