Lo spettacolare mondo delle Drag Queen

È da quando sono nata che sono attratta da tutto ciò che è eccentrico, azzardato e vivo. Quando mi sono trasferita a Roma ho avuto possibilità di vedere in alcuni locali degli spettacoli davvero accattivanti: le esibizioni delle Drag Queen. Hanno catturato la mia attenzione e ne sono rimasta affascinata.


Vestiti sgargianti, brillanti, adatti per essere al centro dell’attenzione; boa di piume proprio come le vere Star; trucco super colorato ed extra; parrucche dai colori e dalle forme più svariate. Ecco le caratteristiche tipiche di una Drag Queen.
La parola Drag deriva dal verbo inglese “to drag” che significa trascinare. Prende origine da questa parola per due motivi: perchè i vestiti di queste persone venivano trascinati sui palchi dove si esibivano, sia perché sono persone che devono trascinare il pubblico e coinvolgerlo nelle loro esibizioni. Inoltre, si fa derivare il termine Drag anche dall’acronimo di “Dressing resembling a girl” ovvero “vestito con le sembianze di una ragazza”. A questo punto credo sia il caso di fare una distinzione. Esistono le Drag Queen che sono persone di sesso maschile che si travestono da donne, esistono i Drag King che sono donne che si travestono da uomo, e ultimamente stanno spopolando le Faux Queen, ovvero donne che si travestono da Drag Queen. Essere Drag Queen o Drag King non significa assolutamente essere omosessuali, è solo uno dei tanti modi di fare spettacolo e di essere creativi. Voglio anche aggiungere che questo articolo non vuole prendere le parti di nessuno, non vuole offendere nessuno e non vuole creare attacchi e offese di qualsiasi modo. Quello su cui voglio concentrarmi è sulla parte scenica di questo argomento.
Infatti per le Drag Queen, o per i Drag King, è tutta una questione di scena. Stupire sia con il look che con la performance, che sia cantata o ballata. E del look voglio proprio parlarvi, perché ci sono alcuni step di come le Drag Queen si truccano che un po’ tutti dovremmo copiare. Prima di andare a lavorare la base, vanno a coprire le sopracciglia e ad annullarne il volume con del mastice o della “carne liquida”, materiali su cui poi è facile lavorare. La base del viso è perfettamente levigata e delineata. Questo perché oltre ad applicare il fondotinta, con un correttore più chiaro vanno ad illuminare alcune zone strategiche del viso, come il centro della fronte e del mento, o nella zona occhiaie. Con un bronzer o una terra, delineano gli zigomi e il naso, rendendo naso e viso più allungati e definiti. In seguito, per evitare che il correttore vada a finire nelle pieghette sotto l’occhio, applicano la cipria, e fissano tutti i prodotti, evitando che sotto le luci di scena il trucco si sciolga. Andando ad annullare le sopracciglia, lo spazio per il make-up occhi si amplia e si possono andare a ricreare look molto eccentrici e carichi di colori. Ma un’altra parola d’ordine per gli occhi sono eyeliner e ciglia finte per dare più intensità allo sguardo. Anche le labbra vogliono la loro parte, e infatti anche in questo caso vengono utilizzati colori fuori dalla portata di tutti i giorni, e si va leggermente fuori dal vero contorno labbra. Per concludere il loro trucco, le Drag Queen ridisegnano le sopracciglia della forma e dimensione che più desiderano e spesso utilizzano un colore che richiama la parrucca che dovranno indossare.
Ho cercato di trasmettervi l’entusiasmo che provo quando vedo una Drag Queen, perché grazie a loro io ho trovato la vitalità e la creatività che erano in me. È un argomento che mi sta molto a cuore trattare con voi, e magari approfondire nel tempo.

Scritto da Giulia De Carodark queen, dark king, spettacolo, donna, esser donna, uomo trasformato,